martedì 24 novembre 2009

Perle sconosciute(Album) : La finestra dentro-Juri Camisasca(1974)


La finestra dentro è il primo album di Juri Camisasca,cantautore visionario milanese,grande amico e collaboratore di Franco Battiato.Si tratta di un lavoro al confine tra il nascente cantautorato d'autore degli anni '70 e il progressive,nel '74 ormai avviato sul viale del tramonto. L'album si prefigura come un lavoro di grande profondità artistica e di allucinata ispirazione fin dal memorabile attacco di Un galantuomo e Ho un grande vuoto nella mia testa;due pezzi dall'arrangiamento semi acustico ma con interventi dei sintetizzatori in chiaro stile prog.I testi , specialmente nel brano d'apertura,sono quanto di più allucinato e schizofrenico abbia prodotto il rock italiano.Si prosegue con tre pezzi da antologia,le surreali Metamorfosi,ispirata al celebre racconto di Kafka,e Scavando col badile,in cui l'immaginazione di Camisasca sfiora il parossismo , e John,forse il pezzo più tradizionale come impostazione ma rivoluzionario nel trattare senza pregiudizi il delicato tema dell'omosessualità.Chiudono questo piccolo capolavoro,che oggi è un cult in tutto il mondo,Un fiume di luce e Il regno dell'Eden,due pezzi fortemente spirituali.Il disco ottenne già all'epoca ottimi riscontri,specie di critica,ma la carriera di Camisasca si bloccò praticamente lì,visto che l'artista,all'epoca appena ventitreenne,decise di ritirarsi in un monastero dove rimase per più di dieci anni,contornato da un'aura leggendaria tra gli appassionati,prima del ritorno negli anni '90 con le collaborazioni con Battiato e Bluvertigo. La finestra dentro rimane un lavoro che non ha perso un briciolo della sua carica surreale e rivoluzionaria,da scoprire,o riscoprire,assolutamente.


Nessun commento:

Posta un commento