lunedì 2 novembre 2009

Perle sconosciute : Il vino-Piero Ciampi

L'arte e la letteratura dai poeti maledetti in poi si è riempita di artisti più o meno dannati come se piovesse,soprattutto con la beat generation.Un vero peccato che,presi da nomi altisonanti e stranieri come Kerouac,Bukowski e tanti altri,spesso ci si dimentichi che il vero archetipo del poeta-cantautore dannato ce l'abbiamo in casa:Piero Ciampi.Artista livornese dalla grande vena poetica e ironica e dalla vocazione a cacciarsi nei guai,praticamente di nessun successo in vita e a tutt'oggi sconosciuto ai più,nonostante a lui sia intitolato un prestigioso premio(che si svolge proprio in questi giorni),e che spesso sia citato più o meno a sproposito(es.Morgan lo cita spesso anche a X-Factor,dove nessuno sa chi sia;i Baustelle l'hanno citato in Baudelaire).Le sue canzoni sono quasi tutte dei veri tesori nascosti,sia quelle più serie sia quelle più ironiche e dissacranti , come Adius e Te lo faccio vedere chi sono io.Se lo conoscete già,sapete di cosa sto parlando,se non l'avete mai sentito,non ve lo nascondo,la lacuna è piuttosto grave;tuttavia potete rimediare ascoltando intanto Il vino,il pezzo che ho scelto tra i tanti,e poi andando a scoprire qualcosa di più su questo splendido artista.

2 commenti:

  1. Una perla che tengo nel cuore è Come faceva freddo, cantata da Nada. E ho una versione di Te lo faccio vedere chi sono io cantata da Paolo Rossi che rende un omaggio adeguato al Maestro ;))

    RispondiElimina
  2. Nada mi piace moltissimo;è stata spesso sottovalutata...per sua fortuna.

    RispondiElimina