sabato 9 gennaio 2010

Perle sconosciute : Summer's almost gone-The Doors(1968)


Oggi completa immersione nei sixties,con Dylan e i Doors.Summer's almost gone è una delicata ballata dai toni malinconici,resa piuttosto cupa dalla voce di Morrison,qui quantomai sepolcrale, che, probabilmente,nelle intenzioni del gruppo avrebbe dovuto bissare il successo di Light my fire. In realtà è rimasto un pezzo piuttosto oscuro,apprezzato solo dai fan più accaniti della mitica band;a me personalmente,piace molto.E' tratto da Waiting for the sun,il secondo,e forse il più debole, album dei Doors.

4 commenti:

  1. A me piace sempre ascoltarli.

    RispondiElimina
  2. Questo pezzo per me è un mito: me lo canticchio sempre ai primi di settembre, da oltre 30 anni (da quando conobbi e amai i Doors). Anche io ogni tanto ci torno su Doors e Dylan: i classici, come diceva mi pare Calvino, sono quegli artisti che hanno sempre qualcosa da dirti/darti. Di recente per esempio ho riscoperto la presenza sul palco di Jim, guardando dei filmati: difficile superarlo (forse Iggy Pop, ma molto più stravaccato).

    RispondiElimina
  3. Certo la presenza scenica di Jim Morrison se la sognano in molti,specialmente oggi che la personalità difetta anche a molte "superstar".Anche Iggy è un grande,secondo me la differenza tra i due è che mentre Morrison credeva in quello che faceva(tanto da finire tragicamente),Iggy Pop è un gran piacione,ha sempre recitato la parte del maledetto,tanto che ancora oggi sgambetta sui palchi con un fisico invidiabile!

    RispondiElimina
  4. Piccolo appuntino: "Waiting for the Sun" è il terzo album dei Doors, e il più debole della serie è - a grande maggioranza - il quarto, cioè "The soft parade".
    Il secondo album dei Doors era invece "Strange Days".

    RispondiElimina