giovedì 11 marzo 2010

I migliori chitarristi sconosciuti(3) : Magic Sam


Curiosa la sorte di Sam Maghett,meglio noto come Magic Sam;uno degli inventori del suono West Side del blues di Chicago,suono che ha influenzato pesantemente(per usare un eufemismo)schiere di chitarristi celebri(da Clapton a Jimmy Page),praticamente un mito della musica black dell'epoca,tanto da meritarsi l'appellativo di Magic,deve la sua comunque scarsa fama attuale ad una battuta del mitico film The Blues Brothers,quando Joliet Jake,alias John Belushi,prima di attaccare Sweet Home Chicago,dedica il pezzo al fu grande Magic Sam.Maghett era una spanna avanti ai suoi contemporanei,da Buddy Guy a Otis Rush,titolare di un chitarrismo nervoso e di una vocalità ai limiti del soul,cose che oggi appaiono magari inflazionate ma allora erano rivoluzionarie. Quando irrompe sulla vivace scena di Chicago,Magic Sam ha alle spalle una giovinezza piuttosto inquieta,ha passato qualche mese in carcere dopo aver disertato,ma riesce subito a mettersi in luce incidendo due LP che rimangono una vera e propria Bibbia del nascente West Side Blues,poi,quando finalmente il successo sembra arridergli,l'improvvisa scomparsa per attacco cardiaco a soli 32 anni.Qui lo ricordiamo con uno splendido documento live,dove esegue All your love,il suo pezzo più famoso e l'infuocato Sam's Boogie,notate a testimonianza di un approccio naif tipico dell'epoca,come la chitarra gli sia stata prestata dal grande Earl Hooker,e con I don't want no woman,che illustra efficacemente il suo chitarrismo torrenziale.

2 commenti:

  1. Oh mamma mia! Da qui non mi sposto più. Il blues e la chitarra suonata in questo modo ti fa vibrare tutta...Magic Blues!!!Amo il Nero!!!!
    Io l'ho sempre detto forse in un'altra vita ero un uomo di colore...
    Oggi mi hai ispirato metterò un pò di bues anch'io nel mio blog, non l'ho ancora fatto...Perché mi fa impazzire. Ballo come una posseduta quando la sento, e spesso non sono sola in casa
    Ahahahaha!!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Allora mettiti pure comoda...qui il blues è di casa!

    RispondiElimina