sabato 3 aprile 2010

La Buona Novella-1970(...e Buona Pasqua)


Nell'augurare allo sparuto gruppo di affezionati lettori che segue questo piccolo blog una felice Pasqua,approfitto per ricordare una delle pagine migliori dell'intera musica leggera italiana.Sto parlando de La Buona Novella,il concept album che nel 1970 Fabrizio De Andrè dedicò alla figura di Gesù Cristo.Figura alla quale,paradossalmente,l'ateo e anarchico artista genovese può essere avvicinato,soprattutto per la strenua difesa degli umili e dei diseredati e per la rivoluzionarietà di certe idee,più che illustri esponenti della Chiesa.Il disco rievoca i fatti principali della vita di Cristo,narrati da vari punti di vista;e così Giuseppe è visto come un uomo anziano che trova nella giovane Maria più che una sposa una bocca da sfamare,Maria come una ragazza soverchiata da una responsabilità troppo pesante prima,e privata poi del figlio,mentre sono rivalutate le figure dei ladroni nella celebre Il testamento di Tito.La Buona Novella è un album favoloso anche sotto il profilo squisitamente musicale,basti pensare che il gruppo che accompagna De Andrè altro non è che la futura PFM,e che,tra i turnisti,figura al violino uno sconosciuto Angelo Branduardi,senza contare l'estremo coraggio intellettuale di uscire con un concept religioso negli anni della contestazione;fatto,quest'ultimo,che attirò critiche sia da destra che da sinistra.Riascoltare questo disco fa rimpiangere De Andrè non solo a livello musicale,ma anche come semplice figura di intellettuale,in tempi bui come i nostri,governati da rozzi parvenù e con la sinistra che si affida a comici di serie 'C',buoni solo a ragliare il loro odio monotematico in cambio di stanche risate.Non sono tempi buoni,ma vi auguro di nuovo Buona Pasqua con le due vette del disco,la quasi western Via della croce e la commovente Tre madri.

8 commenti:

  1. Bel post. Auguri anche a te :)

    RispondiElimina
  2. Bellissime... mi viene da piangere!

    p.s.: non vorrei parlare qui di politica (per non sporcarti lo spazio) ma in effetti io veramente non capisco cosa c'entrino un grillo e un travaglio con la sinistra (dichiaratamente quest'ultimo di destra), eppure in tanti blog vedi "io sto con..."; sembra che l'unica cosa che conti sia fare antiberlusconismo, senza proporre nulla in cambio... e se dici che non ti senti rapprentata/o da alcuno, ti aggrediscono tutti!
    ciao (scusa lo sfogo), Buona Pasquetta.

    RispondiElimina
  3. Con questo album De Andrè dimostra di saper pensare con la sua testa, molto spesso le critiche alla chiesa investono tanti altri campi, molto spesso i paraocchi li portano anche quelli che si dicono alternativi. Una maniera splendida di augurarci la Buona Pasqua, anche se davvero, mi viene una enorme tristezza a pensare che mai potrò vedere il mio cantante preferito dal vivo.

    RispondiElimina
  4. Auguri di buona Pasqua.
    Ciao
    Ste.

    RispondiElimina
  5. Grazie Andrea per la buona musica che ci offri. de André é un immortale!
    Notte
    e Buona Pasquetta!
    Lilly

    RispondiElimina
  6. Auguri anche a te ( in ritardissimo...) e Buona Pasquetta!

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti!
    @ Angie : Non ti preoccupare per lo sfogo,e poi ho cominciato io con quella piccola riflessione.Effettivamente non amo che si mischi l'arte con la politica,specialmente quando gli artisti sono così grandi e i politici di così basso livello.
    @ Irene : Sei giustificata per il ritardo visto che(beata te!)sei dall'altra parte del mondo!

    RispondiElimina