venerdì 23 ottobre 2009

Suggerimenti per la lettura : Il giovane Holden-J.D.Salinger(1951)


Scrivere una recensione per un capolavoro come Il giovane Holden può davvero risultare imbarazzante,soprattutto se,come nel mio caso,si tratta del vostro libro preferito.Vediamo un po' , da dove cominciare...dalla trama?Leggevo la voce dedicata a questo libro su Wikipedia , un'intera pagina dedicata alla trama;beh,in realtà Il giovane Holden non ha trama,questo è il punto.Di cose ne succedono tante,ovviamente,ma perdersi dietro la trama in un libro del genere vuol dire non averne compreso affatto nè il significato,nè la grandezza.Riusciamo ad apprezzare le gesta di Holden solamente se noi stessi siamo Holden;mi spiego meglio,il personaggio Holden Caufield rappresenta un certo tipo umano,è un ragazzo(ma poco conta che sia un adolescente) dalla sensibilità e curiosità sviluppatissime, in modo quasi eccessivo;Holden è una di quelle persone che si chiedono continuamente il perchè delle cose che accadono,che non riesce ad inserirsi in una società basata sull'omologazione perchè non ne coglie il senso,e perchè si sente diverso.Holden è una di quelle persone che si difendono dall'assurdità del mondo sfoderando continuamente un'ironia intrisa di cinismo,ma che serve solo a nascondere l'estrema sensibilità.

Molti lo definiscono un romanzo di formazione,sebbene l'autore prenda le distanze da questo genere già dopo le prime righe,quando definisce David Copperfield ,romanzo di formazione per eccellenza,una baggianata,in realtà lo vedo come una vera e propria scelta di campo,Holden è un anarchico che combatte una società dai valori fondamentalmente sbagliati con le sole armi a sua disposizione,cioè l'ironia ed il disincanto.Significativo è il suo interrogativo,che torna spesso durante lo svolgersi degli eventi,su che fine facciano le anitre quando il laghetto del Central Park gela d'inverno;è una domanda che nessuno si pone,e che lascia basiti i suoi interlocutori,che finiscono,nella loro mediocrità,per considerarlo matto.O ancora quando,all'inizio del romanzo, Holden si trova a parlare col professor Spencer;dopo pochi minuti il giovane è annoiato dalla ramanzina banale e bacchettona che il docente gli rifila,e questo non perchè Holden non lo consideri una brava persona,ma perchè le sue parole sono talmente prevedibili,come se gli fossero dettate dal ruolo che ricopre nella società,che il giovane sa già in anticipo quello che dirà. Questa è la ribellione e il significato del Giovane Holden,l'affermazione e la rivendicazione della diversità di ognuno di fronte ad una società che , oggi più che mai , ci vuole tutti uguali,tutti omologati come prodotti industriali,e,per questo facili da controllare.Cosiglio vivamente la lettura di questo capolavoro;se lo apprezzerete appieno vorrà dire che fate parte degli"Holden",che avete quel quid che non vi aiuterà certo a vivere nella società mediocre di oggi,ma a cui,ne sono certo,non vorrete rinunciare.Chi non capirà Holden e la sua ironia,non se ne faccia un cruccio , tanto vivrà lo stesso benissimo,senza saper quel che si perde.

Nessun commento:

Posta un commento