martedì 6 dicembre 2011

Avvistamenti : Bic Runga-Belle(2011)


Cos'è il pop? Sarebbe bello, una volta per tutte, mettersi d'accordo sul contenuto di questo calderone in cui i critici di professione e quelli improvvisati(chi scrive...), spesso per mera comodità, infilano un po' di tutto; si può andare dal trash di Lady Gaga e Jessie J con le loro urla sguaiate e le mise da Halloween sulla bonifica alle canzoncine insipide di una Katy Perry o appena più insaporite di Lily Allen, per tacere di varianti più o meno legittime dal brit-pop al pop-punk. C'è poi un pop più genuino e al tempo stesso nobile che, partendo da radici che affondano nei sixties di Beatles e Beach Boys, passando per gruppi sottovalutati come i Crowded House e tanti altri, arriva fino ai giorni nostri e si perpetua con i dischi di Brent Cash, Richard Hawley, Veils e, ed è il caso di cui parliamo, della neozalandese Bic Runga. Nota più che altro per un pezzo spesso utilizzato al cinema e in televisione come Sway, Bic giunge al quarto album dopo sei anni di silenzio. E lo fa proponendoci un lavoro che è la quadratura del cerchio pop, leggero ma non frivolo, colto coi suoi rimandi alle nobili radici, ma non snob, non troppo lungo e con arrangiamenti che trovano un equilibrio miracoloso tra il cantautorato femminile così in voga ultimamente e atmosfere più leggere e accattivanti. Fin dall'attacco di Tiny little pieces of my heart e Hello hello, si ha una sfuggente, ma piacevolissima, sensazione di deja vù, come se questi pezzi li avessimo già sentiti ma senza riuscire a capire dove. Il segreto è nelle melodie senza tempo di questa manciata di canzoni. E così, in un attimo, scorrono via delicatezze pop come If you really do e Music and light, la ballad con chitarre sghembe Devil on tambourine, il pop-rock à la Arcade Fire di Darkness all around us e l'acustica Everything is beautiful and new. Un lavoro per veri buongustai.




1 commento:

  1. Bene, ora so di non essere l'unico in Italia ad adorare questa donnina. Il suo "Beautiful Collision" è uno dei dischi che ho ascoltato e ascolto di più, e anche "Belle" mi è piaciuto molto. Speriamo di rivederla anche dal vivo in Italia prima o poi, l'ho vista una volta nel 2003 e mi ha deliziato :)

    RispondiElimina