mercoledì 5 giugno 2013

Avvistamenti: A singer Of Songs-There Is A Home For You(2013)

Ci sono album che entrano in punta di piedi nelle tue playlist, crescono pian piano con gli ascolti e finiscono per non uscirne più. Mi era già successo col primo lavoro di A Singer Of Songs, progetto che prende il nome dal pezzo di Johnny Cash, tra americana e folk di Lieven Scheerlinck, belga di nascita, spagnolo d'adozione ma il cui songbook sembra uscire da polverosi deserti americani. Si tratta di un lavoro delicato, sussurrato in alcuni episodi, il cui ascolto meriterebbe molta più attenzione dei distratti ascolti cui siamo ormai abituati dalla sovrabbondanza dell'offerta; il genere di questo "There is a home for you" è una sorta di folk slow core, anche se non manca qualche crescendo epico(la chiusura di One Night, posta in apertura), o qualche robusto riff elettrico(Silent Soldiers). Ma è quando sussurra che  Scheerlinck conquista, come nella delicata Little Sin(con Laura Rasanen), nel gioiellino da un minuto One Minute Tune, nel blues strascicato à la Waits di Shine, nelle bella Ruins Of You, nel classico arpeggio elettrico di The Crying Game. Ma la vera vetta, almeno per chi scrive, di questo piccolo capolavoro, il songwriter belga l'ha posto in chiusura: Into The Storm è un pezzo perfetto, sembra quasi di sentire la pioggia notturna picchiettare sul tetto, facendo capolino tra l'indolente piano e l'avvolgente tromba che punteggia le parti strumentali. Un pezzo che si colloca tra Antony e Perfume Genius, chiudendo in modo trionfale uno dei dischi migliori del 2013.

Nessun commento:

Posta un commento