martedì 11 giugno 2013

Avvistamenti: Beady Eye - Be(2013)

Ne è passata ormai d'acqua sotto ai ponti dallo scioglimento degli Oasis, dopo l'ennesima lite dei fratelli più presuntuosi del brit pop, ovvero i Gallagher, e se il primo round del dopo-Oasis pare sia andato a Noel, sia come vendite che come critica, nonostante nessuno dei due lavori fosse certo un capolavoro, Liam è il primo a ributtarsi nella mischia. È infatti uscito ieri Be, il secondo lavoro a nome Beady Eye, ossia gli Oasis meno Noel, con la produzione rinomata di Dave Sitek, già con TV On The Radio e Yeah Yeah Yeahs; e diciamo subito che Be rappresenta un passo avanti per la band britannica, che riesce in parte a discostarsi dagli stilemi della formazione madre. Questo nonostante la voce di Liam, che caratterizza fin troppo il suono rendendo difficile dimenticare il passato. Va però detto che anche lo stesso Liam si impegna non poco nel tentare di rendere più duttile il suo strumento, anche se la pronuncia delle vocali che lo ha reso famoso/famigerato è sempre la medesima. Passando ai pezzi, si parte con Flick Of The Finger, che sembra uscire dritta dalla penna di Noel, con la piacevole variazione degli ottoni; Soul Love è una bella ballata, mentre con il rock banalotto da stadio di Face The Crowd l'impianto mostra qualche crepa. La già nota Second Bite Of The Apple invece, pur non facendo sfraceli, è una bella novità con l'arrangiamento soft e la sua melodia sinuosa. La ballata Soon Come Tomorrow, pur apprezzabile ma già sentita, apre la parte più difficile del disco, fatta di riempitivi che pur scorrendo via gradevolmente nulla aggiungono e nulla tolgono a un disco fin qui discreto; fino ad arrivare al finale dove il demone lennoniano che da sempre possiede l'animo dei due Gallagher prende vita con forza nelle due ballate Ballroom Figured e Start Anew, che sono belle canzoni, specie la prima, forse il meglio dell'album, ma che pagano l'ovvio dazio all'illustre ispiratore. In definitiva un passo avanti, anche se si avverte la mancanza di qualcosa. Anzi si avverte la mancanza di Noel, punto.E, visto che i due assieme erano capaci di buone, ma non leggendarie, cose, mentre da soli producono lavori buoni a metà, forse sarebbe il caso di pensarci.

Nessun commento:

Posta un commento