lunedì 1 novembre 2010

Originale vs cover : Let's dance-David Bowie (1983) e M Ward (2003)


Si riparte! Dopo un mese di silenzio più o meno forzato si torna a parlare di musica;ero indeciso se pubblicare un post specifico sull'argomento visto che,nel frattempo,questo blog ha anche spento la sua prima candelina(Tanti auguri a me,tanti auguri a me...),ma forse è meglio lasciare subito spazio alla musica senza troppe chiacchiere,approfitto solo per dire che è stato un anno largamente positivo,e devo ringraziare questo blog,nato per caso e senza nessun progetto,per avermi fatto conoscere un gran numero di persone simpatiche e competenti.Con l'eccezione di chi mi ha definito "la personcina più squallida del web";mio buon amico,perdonami se,visto il pulpito,non riesco ad offendermi...e la chiudo qui,visto che non è costume di questo blog alimentare polemiche da quattro soldi.
Torniamo quindi alla musica mettendo a confronto due versioni dello stesso brano,ma che più diverse non potrebbero essere;si tratta della celebre Let's dance,brano semi-dance di David Bowie del 1983.Brano che,peraltro,non mi è mai piaciuto,nonostante la presenza della chitarra sopraffina di Stevie Ray Vaughan,almeno fino a quando non l'ho sentito nella versione minimale e depressa di M Ward,contenuta nell'album del 2003 Transfiguration Of Vincent.Il brano viene spogliato da qualsiasi orpello e,ridotto allo scheletro,riluce nella sua perfezione melodica.Quando la cover supera l'originale.Almeno per i miei gusti.

8 commenti:

  1. Chettepossodì, mi piace quando una cover stravolge in modo tanto geniale l'originale ;) In più adoro M Ward, in pochi sono malinconici come lui :)

    RispondiElimina
  2. Caro Andrea, bentornato!
    1. intanto auguri per il compleanno del blog!
    2. davvero non mi capacito che qualcuno possa averti offeso in questo modo, comunque bravo nel soprassedere, dimostri superiorità...
    3 IO AMO DAVID BOWIE, quindi opterei per la sua versione, ma mi è piaciuta anche quella di Ward che proprio non conoscevo...sembrano 2 brani diversi ma entrambi gradevolissimi.. a presto

    RispondiElimina
  3. Ma dai, proprio oggi l'hanno passata in radio e non sapevo fosse di David Bowie...e ci sono rimasta male nello scoprirlo, non è una canzone che mi piace troppo. La cover è fantastica oltre che diversissima...non potevi scegliere una maniera migliore di ricominciare! E poi questa è la mia rubrica preferita :D

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutte,mi fate venir voglia di sparire più spesso...;)
    @ Veronica : Guarda che me lo ricordavo che è la tua rubrica preferita :)
    @ Hobina : Grazie della solidarietà,anche se non ci vuole molto a dimostrarsi superiori a tali elementi...

    RispondiElimina
  5. Grazie Ilaria,al tuo bentornato ci tenevo in modo particolare! :)

    RispondiElimina
  6. Comunicazione di servizio al mio buon,anzi ottimo amico di cui sopra : lasciare commenti con nomi falsi dimostra proprio il tuo squallore,e forse anche una certa inattesa stupidità,visto che sai benissimo che è attivata la moderazione.Chiudiamo qui,tanto tranne qualche assiduo dei nostri blog,nessuno sa nemmeno chi sei...

    RispondiElimina